Nel contesto di un’ ipotesi di restauro e trasformazione di un convento femminile del XVII in una struttura alberghiera di charme, si sviluppa il progetto di questo giardino, dalle dimensioni contenute, ma significativamente caratterizzato dall’ indubbio fascino del luogo.
Sviluppato in una serie di terrazzamenti preesistenti, degradanti verso il mare, questo giardino vuole essere una reinterpretazione, parziale ed attualizzata, dei giardini agricoli che da secoli costituiscono il paesaggio tanto ammirato della Costiera Amalfitana.
 
 

Conca dei Marini (Sa)
“Recupero e trasformazione in struttura alberghiera di un edificio monastico del XVII secolo”
progetto preliminare e definitivo della sistemazione paesaggistica
con: L. Annesi, C. Capretti, A. De Blasi, R. Grasso
2005-2007_non realizzato